TASSE PIÙ ALTE PER I LAVORATORI FRONTALIERI? UN'ALTRA "FINTA" MISURA ANTI-DUMPING!

Frontalieri

L'accettazione da parte del Consiglio nazionale del postulato presentato dal leghista Lorenzo Quadri nel 2012 aggiunge un nuovo tassello alla propaganda "anti-frontalieri", sostenuta quasi da tutto il mondo politico ticinese. Una proposta che colpisce l'insieme dei lavoratori di questo cantone, siano essi ticinesi, residentio stranieri con qualsiasi tipo di permesso. Gli interessi e i profitti dell'imprenditoria locale, che lucra da decenni sulla messa in concorrenza dei lavoratori, indipendentemente dal fatto che abitino al di qua o aldilà della "ramina", non è invece mai rimessa in discussione >>> continua a leggere

Negli ultimi tempi in Ticino sembra sia partita una sorta di gara su chi la spara più grossa contro i frontalieri.

Frontalieri

Non passa settimana senza che siano proposte per peggiorare le loro condizioni (aumento imposte, blocco ristorni, disdetta accordi, per non fare che alcuni esempi).
Come continuiamo a sottolineare, stiamo assistendo ad un dibattito esclusivamente emozionale. Sono presentate proposte che non solo non risolvono i problemi del mercato del lavoro ma che addirittura li approfondiscono. Evidentemente la campagna elettorale in vista delle prossime votazioni politiche cantonali (che si terranno nell'aprile 2015) è già iniziata ed i partiti politici, alla disperata ricerca di voti, sembra che abbiano individuato nei frontalieri il bersaglio da colpire. Si dimentica così che i responsabili del degrado delle condizioni di lavoro che investe oggi il Ticino non sono certamente i frontalieri, bensì quei datori di lavoro che sfruttando l'assenza di contratti collettivi, minimi salariali e più in generale un quadro legale dignitoso, offrono contratti con salari da fame e condizioni di impiego che calpestano la dignità delle persone! >>> continua a leggere

  • SANITÀ - INFO FRONTALIERI 02/2016

    Nell’ambito dell’attività quotidiana stiamo assistendo negli ultimi tempi, all’interno di alcune aree
    sindacali, sui media e sui social network, alla comparsa di notizie ed interpretazioni, spesso
    soggettive e contradittorie, delle norme che regolano la contribuzione al SSN italiano.... >>> vai a volantino

>>> Disoccupazione per i lavoratori frontalieri <<<